Passerella - Héctor Ranea

Texto en español en Químicamente impuro: "Pasarela".

Traducido al italiano por Stefano Valente

La modella cominciò a sfilare uscendo dal doppio sipario, alle sue spalle c’era un nome famoso dell’arte incomparabile dell’Haute Couture. Il vestito décolleté aveva degli svolazzi d’un tessuto moderno che mostrava senza lasciar vedere. Man mano che sfilava, con un incedere che rammentava quello dei cavalli sivigliani, rigida, truccata come una maschera veneziana, era possibile notare che si stava assottigliando a vista d’occhi. A metà della passerella le signore, gli artisti, gli imprenditori che si sbronzavano a bordo palco, si meravigliarono del fatto che la trasparenza del vestito potesse lasciar vedere il suo apparato genitale. Poco più in là, le videro le costole ed i femori. Al termine della camminata, era ormai uno scheletro che avanzava dritto in piedi. Coppe e bottiglie di champagne e vino pregiato andarono in mille pezzi quando si accorsero che non era altri che la Morte. Ma a quel punto tutti si tranquillizzarono, comprendendo che era per la Donzella che la Morte era venuta (1).

(1) Riferimento al Lied di Schubert Der Tod und der Maiden.

Héctor Ranea
Publicado en Il Sogno del Minotauro

1 comentario:

Patricia dijo...

Confieso que he debido recurrir a Químicamente Impuro para poder disfrutarlo. Tensión y angustia crecen palabra a palabra hasta el excelente giro final.

Saludos cordiales Héctor